Aceto di vinoI Babilonesi (5000 a.C.) sono stati i primi ad utilizzare l’aceto. Lo ricavavano da un fermentato alcolico a base di datteri, che veniva bevuto come oggi si beve il vino. Da allora, l’aceto è stato usato come alimento, conservante alimentare, antisettico e detergente casalingo. Ippocrate lo impiegava nelle malattie respiratorie, soprattutto combinato con il miele, ma anche per la disinfezione delle ferite, nelle infiammazioni e per i disturbi ginecologici.

Per quanto riguarda l’aceto di mele, diversi studi hanno mostrato che è in grado di migliorare i livelli di glicemia e il peso corporeo. Secondo i ricercatori, l’azione ipoglicemizzante potrebbe essere di grande aiuto nel diabete di tipo II. Vediamo i dati:

  • un componente dell’aceto agirebbe mimando l’effetto del farmaco antidiabetico metformina;
  • il consumo di regolare di aceto durante il pasto migliora anche il picco glicemico post-prandiale;
  • due soli cucchiai di aceto di mele prima dei pasti sono in grado di ridurre la glicemia a digiuno fino al 6%;
  • nelle donne, il consumo di aceto durante la mattina riduce del 55% il picco di glicemia dopo la colazione;
  • l’aceto blocca parte della digestione e l’assorbimento degli zuccheri a livello intestinale.

L’aceto di mele aiuta anche a perdere peso. Vediamo i dati:

  • attraverso un effetto insulinico, l’aceto di mele è in grado di modulare l’appetito e il senso di sazietà;
  • l’acido acetico protegge il fegato e regola la produzione dei lipidi ematici;
  • l’aceto di mele aiuta a dimagrire, riduce il grasso periviscerale, l’indice di massa corporea e i trigliceridi, ha un’azione disintossicante a livello epatico. Sembra che la perdita di peso sia dovuta ad una maggiore eliminazione di bile fecale stimolata dal consumo di aceto.

E’ chiaro che nel trattamento dell’obesità e del sovrappeso, l’aceto coadiuva l’azione della dieta e dell’attività fisica, ma non le sostituisce.


Bibliografia

Jockers D Apple Cider Vinegar improves blood sugar regulation and speeds up weight loss. Naturalnews.com, Wednesday, March 18, 2015


Francesco Perugini Billi©copyright