Achillea Cazin“Il Teissier, nel 1857, con numerose esperienze dimostrò la sua azione antiemorroidaria  e ne ottenne splendidi risultati. Il dott. Cazin poi ne confermò, con molti casi, questa azione; tra questi basti ricordare quello di una signora, affetta da tumori emorroidali enormi, per cui perdeva, nelle sue gestioni, circa mezzo bicchiere di sangue ogni volta; a nulla valsero i medicamenti suggeriti dai medici, e si era in procinto di ricorrere ad una operazione chirurgica. Il Cazin le prescrisse un infuso del millefoglio (achillea) alla dose di 20g per mezzo litro di acqua, da prendersi in tre volte nella giornata. Dopo qualche settimana di questa cura, la malata era completamente guarita.”

Da: Le Piante che Ridanno La Salute, G Antonelli, 1950, Ed ALCI, Roma. 


Francesco Perugini Billi