I fichi PDF Stampa E-mail
Scritto da Dr Francesco Perugini Billi   
Lunedì 17 Settembre 2007 19:37


Originario dell’Asia Minore, il fico  era già molto apprezzato tra gli antichi Egizi, oltre  4000 anni avanti Cristo.  Le popolazioni del Mediterraneo lo hanno consumato per migliaia d’anni come alimento energetico e nutriente e impiegato come medicina per diversi disturbi interni (soprattutto dell’ affezioni dell’apparato respiratorio e renale) ed esterni (ulcere e piaghe di vario genere).
fico_400.jpg
In farmacia un prodotto a base di fichi era venduto con il nome di carica e impiegato per impastare i senapismi o i vescicanti, considerata la sua viscosità. Se incisi, i rametti e le foglie gemono un bianco e appiccicoso lattice che veniva impiegato per corrodere le verruche  e varie escrescenze della pelle.

Cosa contengono
I fichi contengono parecchi zuccheri semplici, minerali e fibre. Sono ricchi di potassio, calcio, magnesio, ferro, rame e manganese. Tuttavia, nella forma fresca (Tab.1) e secca (Tab.2) in contenuto varia notevolmente.

Parte edibile 75%
Acqua 81.9 g
Carboidrati 11.2 g
Amidi 0
Proteine 0.9 g
Lipidi 0.2 g
Ferro 0.5 mg
Sodio 2 mg
Potassio 270 mg
Calcio 43 mg
Fosforo 25 mg
Tiamina 0.03 mg
Riboflavina 0.04 mg
Niacina 0.40 mg
Vit. A ret. eq. 15 mcg
Vitamina C 7mg
Tabella 1 - Fichi freschi.


Parte edibile 100%
Acqua 19.4 g
Carboidrati 58.0 g
Amidi 0
Proteine 3.5 g
Lipidi 2.7 g
Ferro 3.0 mg
Sodio 87 mg
Potassio 1010 mg
Calcio 186 mg
Fosforo 111 mg
Tiamina 0.14 mg
Riboflavina 0.10 mg
Niacina 0.60 mg
Vit. A ret. eq. 8 mcg
Vitamina C 0
Tabella 2 - Fichi secchi.

Proprietà:
- Molto nutritivo e digeribile
- Tonificante (raccomandato agli sportivi)
- Lassativo
- Diuretico
- Espettorante
- Topico emolliente.

Indicazioni:
Uso orale:
- Raccomandato ai bambini, adolescenti, convalescenti, vecchi, sportivi, donne incinte
- Astenia fisica e nervosa
- Irritazioni gastro-intestinali (gastriti, coliti)
- Stipsi
- Stati febbrili acuti
- Infiammazioni polmonari e urinarie.


In dettaglio, alcune indicazioni:
Lassativo naturale - Il moderato effetto lassativo dei fichi è dovuto alla mucina, che ha un'azione lenitiva ed emolliente. Uno sciroppo di fichi ha un potere lassativo superiore a quello dei solo fichi freschi o secchi. Anche la marmellata va bene. Come blando lassativo è soprattutto indicato nei bambini.

Emorroidi - Per le sua qualità lassative, il fico è un ottimo rimedio per le emorroidi. Per questo scopo, s'immergono 2-3 fichi secchi in acqua tiepida per tutta la notte e poi si consumano la mattina seguente. Altri fichi così preparati andrebbero consumati la sera, dopo averli lasciati a bagno per tutto il giorno. L'effetto di pulizia dell'intestino migliora le emorroidi. La cura andrebbe fatta per 3-4 settimane.

Carenza di ferro - Quelli secchi hanno un buon contenuto di ferro (vedi tabella 2). Le persone che ne sono carenti, i bambini in fase di crescita le gravide e le donne che hanno flussi mestruali particolarmente abbondanti dovrebbero farne un uso regolare, sebbene nel fico il ferro sia in una forma decisamente meno assorbibile di quello che si trova in carne e uova. Comunque, per bambini e ragazzi, qualche fico secco rappresenta un ottimo spuntino, decisamente più salutare e naturale delle abituali merendine industriali.

Osteoporosi - Sono una valida fonte di calcio, sebbene il problema dell'osteoporosi non sia banalmente solo una questione di carenza di calcio. E' meglio consumare soprattutto quelli secchi o semi-secchi: ne bastano 3 per coprire il 21% del fabbisogno giornaliero di una donna.

Convalescenza, dimagrimento, debolezza - La sua straordinaria carica energetica aiuta in tutte le condizioni di indebolimento fisico e mentale. E' un eccellente tonico per le persone di costituzione fragile, stanca, "asciutta".

Asma - Sono considerati benefici soprattutto nel caso di asma che si accompagna alla produzione di molto catarro. Tradizionalmente, si impiega la un decotto. L'effetto è dovuto al contenuto di mucillagini, che hanno un'azione fludificante nei confronti del muco che si accumula a livello bronchiale. La tisana va anche bene nelle tossi catarrali e nel catarro dei fumatori.

Debolezza sessuale - Comil dattero, la banana ed altri frutti, aiuta ad aumentare l'energia sessuale.


Ayurveda
I fichi freschi sono più indicati per le costituzioni o le condizioni Vata e Pitta. Quelli secchi vanno meglio per Kapha e per Pitta e in eccesso peggiorano Vata.
Sono considerati nutrienti, emollienti e lassativi. Aiutano ad eliminare i calcoli renali e biliari. Sono ottimi per le tossi catarrali e per aumentare il peso corporeo.
I fichi freschi sono un tonico valido per le persone deboli che hanno labbra screpolate, tagli in bocca o sulla lingua.


Quali scegliere
Esistono due specie principali di fico reperibili in commercio: il Fiorone, che si raccoglie per due volte in estate, ed è grosso, verde e meno saporito; il Settembrino, che matura verso l'autunno. Fate attenzione a quelli secchi, che sono spesso trattati con antimicotici e anidride solforosa. Che siano secchi o freschi, preferite sempre quelli da coltivazioni biologica. L'Italia è uno dei maggiori produttori mondiali di fichi.


Bibliografia
- Arcari D et al., Il potere farmacologico degli alimenti, Edizioni red
- Bakhru HK, Foods that heal- The natural way to good health, Orient Papaerbacks
- Frawley D, Ayurvedic healing Course For Health Care Professionals Part III. American Institute of Vedic Studies. Santa Fe. USA.
- Tozzetti AT, Corso di Botanica Medico-Farmaceutica. 1847, Batelli & Co. Firenze.
- Valnet J, Cura delle malattie con ortaggi frutta e cereali, Giunti