neti_pot_3

Neti pot. Ve ne sono di varie fogge.

neti_pot_2

Come si usa

In attesa di vedere il medico e di farvi prescrivere una cura con farmaci naturali, potete prendere subito dei provvedimenti che vi saranno utili per alleviare i sintomi e accelerare la guarigione.

Per uso interno
Zenzero – 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato con un cucchiaino di miele in una tazza di acqua bollente. Assumete 3-4 tazze al giorno. In mancanza di quello fresco, utilizzate quello in polvere.

Fieno greco – E’ un vecchio rimedio decongestionante. Mettete un cucchiaino di semi di fieno greco in una tazza di acqua bollente e lasciate infondere per 15 minuti. Poi, filtrare e bere, 3-4 tazze al giorno.

Favo – Un po’ più difficile da avere sotto mano. Masticate un pezzo di favo di api, di circa 2 cmq. Dopo che avrete deglutito il miele, continuate a masticare la cera per almeno 10 minuti. Può essere utile per fermare gli starnuti, decongestionare il naso. Inoltre, il miele dà energia e ha un’azione antisettica.
Spezie – Aggiungete al cibo, che comunque in caso di malattia deve essere moderato, pepe nero, peperoncino e rafano. Il naso inizierà a colare e questo vi aiuterà a ridurre la congestione. Se soffrite di ulcera o gastrite, andateci piano!
Brodo di pollo – Il brodo di una buona gallina ruspante è uno straordinario rimedio per i raffreddamenti. Contiene alcune sostanze che sciolgono il muco. Consumato ben caldo e fumante è anche un ottimo suffumigio. Inoltre, è anche molto buono. I vecchi non avevano torto a lodare questo tipo di rimedio casalingo. Il brodo fatto con il dado non vale!!

Localmente
Compresse calde – Applicate per cinque minuti un asciugamani, precedentemente immerso in acqua calda e strizzato, sopra naso, fronte e gote. Ripetete per 3-4 volte al giorno. Il calore attiva la circolazione e il drenaggio del muco.

Soluzione salina – Aiuta a umidificare, detergere e disinfettare le mucose nasali. Si prepara a casa in modo facile ed economico: ¼ di cucchiaino di sale + ¼ di bicarbonato di sodio sciolti in 30 ml di acqua. Con un contagocce, instillare 2-3 gocce della soluzione profondamente nel naso, più volte al giorno. E’ possibile fare dei lavaggi più energici usando uno schizzetto o aspirando la soluzione messa sul palmo della mano e chiudendo alternativamente le narici.
Neti pot - E’ un attrezzo per la pulizia nasale utilizzato nella medicina Ayurvedica (vedi le immagini). Molto efficace e insostituibile. Mettete la soluzione (che può essere quella salina descritta prima) nel Neti pot e posizionatevi sopra un lavandino. Inclinate la testa di lato e verso il lavandino. Inserite il beccuccio del Neti pot nella narice che sta più in alto e versate la soluzione nel naso. Il liquido dovrebbe uscire dalla narice opposta. Quando tutto il liquido è uscito, soffiatevi il naso. Ripetete con l’altra narice.
Potenti gocce nasali Ayurvediche - Decongestionanti e antidolorifiche. Schiacciate qualche spicchio di aglio ed estraete il succo. Con un contagocce tirate su il liquido e mettere qualche goccia profondamente nel naso, in ogni narice. Tenete la testa indietro per circa 5 minuti. Potete ripetere l’operazione per 3 volte al giorno. Diversi studi hanno mostrato che un componente dell’aglio, l’allicina, possiede notevoli proprietà antibiotiche.
Cannella – Mescolate ½ cucchiaino di polvere di cannella con sufficiente acqua in modo da farne una pastella, che applicherete direttamente sulla proiezione dei seni paranasali.
Suffumigi – Contro il dolore, la tensione, la congestione e l’infezione:
1) Allo zenzero – Prendete 2.5 cm di radice fresca e tagliatela in pezzetti più piccoli.  Fatela bollire in una tazza di acqua per due minuti. Respirate i vapori, coprendovi con un asciugamani. Potete usare lo zenzero in polvere se non avete quello fresco. In questo caso, 1-2 cucchiaini, direttamente nell’acqua bollente.
2) All’aglio – Pestate due o tre spicchi di aglio e un cucchiaino di aceto di mele e mettete il tutto in una scodella. Versate sopra mezzo litro di acqua bollente e inalate i vapori.
3) Agli oli essenziali -  Eucalyptus radiata o E. globulus. Mettere 5 gtt  di uno o dell’altro nell’acqua bollente e respirare subito i vapori, perché gli oli essenziali sono molto volatili.
Massaggio – Geranio 5 gtt + Rosmarino 5 gtt + Eucalipto 2 gtt + Menta piperita 3 gtt. Miscelate in un cucchiaino di olio vegetale e massaggiate attorno al collo, sulle tempie, sopra le arcate degli occhi, sopra le guance, il naso e la fronte. Ripetete 3-4 volte al giorno. Se la cute si arrossa o c’è sensibilità agli oli, allora diluite con più olio vegetale.

State a riposo e seguite le cure prescritte dal medico. Azionate il vaporizzatore e aggiungete degli oli essenziali. Se usate l’acqua distillata è meglio, avrete meno impurità nell’aria. Quando vi sdraiate, tenete la testa sollevata con due cuscini per evitare di congestionare le cavità nasali.
Francesco Perugini Billi©