Nutrizione

Quando la carne fa bene, nessuno ne parla

the_evolution_of_manOggi anche il più scalcinato, inutile e contraddittorio studio sui pericoli della carne rossa e dei grassi animali viene subito ripreso dai media e strombazzato ai quattro venti. Invece quando vengono pubblicati articoli dal tono opposto, nessuno ne parla. Come mai? La scienza e la medicina, quando prendono una strada, pervicacemente fanno di tutto per non abbandonarla, spesso in barba a tutte le evidenze. Magari, il ravvedimento avviene a distanza di anni o di generazioni: “ah, sì, ci siamo sbaglianti sul quel e quell’altro farmaco, su quel e quell’altro alimento, bla, bla, bla.” Beh, d’altronde si sa che la scienza è spesso e volentieri è mossa più dall’amore per i dollari che per la verità.

Alcuni articoli diciamo “eretici” li ho pubblicati su questo sito e sul mio libro Mangia Grasso e Vivi Bene. L’ennesimo esempio è dato da un recente studio, di cui riporto l’abstract (1):

“La carne è una parte fondamentale della dieta umana. Oltre alla presenza di amminoacidi essenziali e altri fattori nutritivi di alta qualità e la facile assimilazione, la carne fornisce spesso altri componenti, non sufficientemente presi in considerazione ma molto importanti per la salute umana. Si tratta di alcuni componenti amminoacidici e sostanze bioattive che possono fornire i seguenti benefici:

1) protezione della muscolature in quelle condizioni di impoverimento muscolare, come nel caso della sarcopenia;

2) riduzione dell’apporto di cibo e calorie e quindi prevenzione della sindrome metabolica;

3) mantenimento dell’omeostasi pressoria attraverso l’azione ACE-inibitrice di alcuni componenti;

4) mantenimento di un’ ottimale funzione dell’ambiente intestinale grazie ai nucleotidi e nucleosidi forniti dalle cellule della carne.

Inoltre, la carne è una importante fonte di acido fitanico, acido linoleico coniugato e antiossidanti”.

Riassumiano i benefici della carne:

1. La carne contiene molte proteine e questo è di grande vantaggio dato che tutti i nostri tessuti sono fatti principalmente di proteine e grassi. Le proteine migliorano la salute, il benessere generale, sono impiegate nella riparazione dei tessuti, nella formazione del sangue e del sistema immunitario, tonificano la muscolatura, che serve anche per sorreggere la struttura scheletrica, e sono utili per il benessere delle ossa. La carne è tra le più complete fonti di proteine, è facilmente assimilabile, tanto che può essere anche consumata cruda, cosa che non si può dire dei cereali e dei legumi.

2. Oltre ai fattori già menzionati nello studio citato, la carne contiene ferro, zinco e selenio. Il ferro-eme è quello più facilmente utilizzato dal nostro corpo per formare l’emoglobina, lo zinco aiuta la formazione dei tessuti, attiva il metabolismo e il sistema immunitario, protegge la prostata, mentre il selenio oltre ad un’azione antitumorale e antidegenerativa aiuta la demolizione dei grassi corporei. Lo zinco si trova anche in altri alimenti, ma quello della carne è il più assimilabile.

3. Le vitamine A, D, riboflavina, sono frequentemente presenti nella carne. Sono vitamine che promuovono la vista, denti e ossa sane e supportano il buon funzionamento del sistema nervoso centrale. Per non parlare poi della vitamina B12, che non si trova nel mondo vegetale, e che ha numerose e importanti funzioni nel nostro organismo: favorisce la crescita, serve per la formazione del DNA, previene l’anemia e le patologie cardiovascolari, mantiene livelli di energia ottimali e influisce positivamente sull’umore.

4. Il consumo di carne rende più sazi e soddisfatti e riduce il ricorso a cibi più calorici e che poi fanno ingrassare.

Molte persone stanche, sonnolenti, sovrappeso, con ritenzione idrica trovano un grande giovamento dal ridurre i carboidrati e aumentare le proteine. Ovviamente, io consiglio di consumare il più possibile carne di origine biologica.


Francesco Perugini Billi©


Bibliografia

1) Young JF et al. Novel aspects of health promoting compounds in meat. Meat Sci. 2013 Apr 23