Nutrizione Patologie

I grassi saturi non causano l’infarto né l’ictus

UovacuoreE’ da oltre 50 anni che ci tormentano con la storia che i grassi saturi, oltre al colesterolo, ci fanno venire l’infarto e l’ictus. Un ennesino studio dimostra come questa campagna terroristica, sostenuta da istruzioni governative e dai soloni della dietetica moderna, sia completamente infondata. Campagna che in questi anni ha portato alla proliferazione di alimenti light, magri, scremati, spesso altamente processati, pieni di oli vegetali raffinati e idrogenati e per nulla salutari. Il risultato è che le malattie cardiache non sono state debellate e la gente è più obesa di prima.

La ricerca in questione ha preso in esame 21 studi epidemiologici che riguardano il rapporto tra consumo di grassi saturi e rischio cardiovascolare ed è giunta alla conclusione che non esiste nessuna prova significativa che i grassi saturi aumentino il rischio cardiovascolare.

Non sono i grassi saturi o il colesterolo a chiudervi le arterie, ma processi infiammatori e ossidativi che danneggiano le pareti arteriose e creano una reazione di proliferazione e di deposito che può restringere il lume vasale. In oltre, molti infarti avvengono non per occlusione reale dei vasi, ma per spasmo. Le cause: stress, dispiaceri, fumo, farmaci, grassi vegetali raffinati, oli di semi, grassi idrogenati, inquinamento, eccesso ossidativo, alimentazione troppo zuccherina, carenze nutritive, solo per citare alcuni fattori ipotizzati, ma non il colesterolo o i grassi saturi che si trovano negli alimenti, soprattutto se sono biologici, e ben conservati e poco cotti non centrano nulla.

 Francesco Perugini Billi

Bibliografia

– Siri-Tarino PW, Sun Q, Hu FB, Krauss RM. Meta-analysis of prospective cohort studies evaluating the association of saturated fat with cardiovascular disease. Am J Clin Nutr 2010; First published ahead of print January 13, 2010.