Fitoterapia Nutrizione

Succo di melograno e cancro alla prostata

pomegranate juiceNegli uomini affetti da tumore della prostata recidivante l’assunzione di circa 200 ml di succo di melograno al giorno allunga significativamente il tempo necessario per fare aumentare i livelli di PSA (antigene specifico prostatico), secondo una ricerca presentata questo mese all’incontro annuale della American Urological Association, tenutosi a San Antonio (USA).

Il succo di melograno contiene una serie di antiossidanti che sono considerati anticancerogeni. Inoltre, contiene sostanze simil-estrogeniche chiamate fitoestrogeni, che potrebbero essere utili nel contrastare il cancro della prostata.

Basandosi su risultati incoraggianti realizzati su culture cellulari e modelli animali di cancro della prostata, gli autori della ricerca hanno deciso di condurre uno studio clinico che ha coinvolto 48 uomini con livelli di PSA in aumento, dopo che erano stati operati e irradiati in seguito alla scoperta del tumore.

Prima dell’assunzione del succo di melograno, nei pazienti la media del tempo di raddoppiamento dei livelli di PSA (un segno di attività tumorale) era di 15 mesi, mentre durante il trattamento con il succo è salito a 37 mesi. Praticamente, un aumento di due anni del tempo di raddoppiamento.

Il succo di melograno è stato ben tollerato e non ha causato effetti indesiderati.

Oltre agli effetti sui valori del PSA, i test in vitro hanno mostrato una riduzione della divisione e della proliferazione delle cellule tumorali e un aumento della loro morte. Esami sulle urine hanno confermato la presenza di antiossidanti del melograno in tutti gli uomini.

 Francesco Perugini Billi

Fonte: Reuter Health, May 2005