Omeopatia Patologie

Zincum metallicum nella Sindrome delle Gambe Agitate

gambe agitateLa sindrome delle gambe agitate è una condizione neurologica caratterizzata da un irrefrenabile bisogno di muovere le gambe. I sintomi peggiorano soprattutto la sera, da sdraiati e possono disturbare il sonno. Nella maggioranza dei casi, le ragioni di questo fastidioso disturbo rimangono sconosciute. E’ nota una certa tendenza ereditaria. Altre volte, si associano anemia, patologie renali, diabete, gravidanza e l’uso di farmaci (es. antiemetici, antiepilettici, antipsicotici).

Uno dei farmaci omeopatici più impiegati nel caso di questa fastidiosa sindrome è Zincum metallicum, cioè lo zinco. Ovviamente, trattandosi di omeopatia non basta una semplice indicazione clinica per la prescrizione del rimedio giusto, ma è importante la ricerca dell’analogia tra diversi sintomi del paziente e quelli della patogenesia (quadro sperimentale del rimedio): maggiore è l’analogia tra i due quadri e più sicura sarà l’indicazione del farmaco.

Vediamo alcuni sintomi della patogenesi di Zincum che ci interessano nel caso delle gambe agitate: stanchezza fisica e mentale, insonnia, agitazione incoercibile degli arti inferiori, iperestesia, ipereccitabilità neurosensorio-motoria. I sintomi possono comparire dopo la retrocessione o una soppressione farmacologica di un’ eruzione cutaneo una malattia infettiva, dopo il consumo di stimolanti (vino, caffè, superalcolici), l’uso di farmaci o l’ascolto di forti rumori.

Zincum è reperibile in farmacia in gocce o in granuli. Consultare un medico omeopata per definire meglio la diagnosi e la diluizione omeopatica più appropriata. Non assumere mai farmaci omeopatici dietro semplice consiglio.

Francesco Perugini Billi©