Ricette

Marmellata e vino di bacche di crespino

Crespino bacche, Berberis vulgaris L.
Crespino bacche, Berberis vulgaris L.

Le bacche del crespino sono ovoidi e  rosse. Hanno un sapore acidulo, contengono zucchero, acido malico e tartarico e servono per preparare sciroppi e gelatine rinfrescanti oppure un vino depurativo e tonico.

Marmellata: mettere 1½ Kg di bacche di crespino ben mature e pulite in una terrina e aggiungere due tazze di acqua. Cuocere a fuoco lento fino a quando i frutti sono ammorbidititi. Togliere dal fuoco e passare la poltiglia. Questo serve per eliminare la buccia e i semi. Misurare la quantità di polpa così ottenuta e mettetela in una pentola,  aggiungendo una eguale quantità di zucchero (potete misurare in tazzine o tazze).  Portare ad ebollizione e continuare a mescolare per 15 minuti. Rimuovere la schiuma e versarla calda in contenitori a tenuta ermetica. Sigillare subito. Indicata nella febbre e nelle diarree.

Vino: in una bottiglia a bocca larga o in un contenitore per conserve, mescolare 4 tazze di buon vino rosso e 1 tazza di bacche fresche e mature. Lasciare macerare per un mese, lontano dalla luce. Agitare regolarmente. Alla fine, filtrare e aggiungere 1 tazza di zucchero di canna integrale. Mescolare bene e chiudere. Può essere conservato per circa 6 mesi. Bere una tazzina, puro o diluito con acqua, prima di ogni pasto. E’ utile per fortificare il sangue, depurare la cistifellea, aumentare il numero delle piastrine e prevenire le infezioni.

Tratto da “Le Nostre Piante Medicinali” Francesco Perugini Billi – nuova edizione